Home

Prossimi eventi

Non ci sono eventi imminenti.

Ultime da Facebook

ASD Miti Vicinalis Calcio a 5 ha condiviso il post di Sports4Fun. ... See MoreSee Less

Siete pronti?

View on Facebook

ASD Miti Vicinalis Calcio a 5 ha condiviso il video di L84. ... See MoreSee Less

[VIDEO] I goal degli...

View on Facebook

L84 C5 – Miti Vicinalis 5 - 2
Brandizzo, li 29 apr. 2017
Per la seconda giornata dei “playoff” di serie B di calcio a cinque la compagine del Miti Vicinalis si trasferisce nuovamente in provincia di Torino. Oggi è un sabato qualunque ma può diventare un giorno speciale: al palazzetto dello sport di Brandizzo si gioca l'incontro ad eliminazione diretta: L85 C5 Volpiano-ASD Miti Vicinalis. Sul parquet, assieme agli atleti contendenti, si presentano i signori arbitri Rrapi di Prato e Bottini di Roma; il cronometrista è Giovanni Uricchio di Collegno. Il folto pubblico presente applaude calorosamente all'apertura del sipario su questa gara che si concluderà con il passaporto per la squadra che continuerà a sognare la serie A2. I padroni di casa indossano una livrea nero-verde mentre la squadra ospite e vestita di bianco con in petto il logo dello sponsor “Miti”. Il timer dei venti minuti si avvia quando sul parquet sono schierati Zamburlin, Iovino, Perino, El Adlani e De Lima in nero verde; Montefalcone, Toso, Laino, Imamovic e Cocchetto in difesa dei colori del Miti Vicinalis. Dopo un minuto e quaranta secondi Iovino produce un affondo che si perde a lato della porta. Un'altra conclusione dello stesso ha la medesima sorte sull'uscita d'incontro di Montefalcone, estremo del Vicinalis, a due minuti e venti. Dopo tre minuti Perino impegna in parata il portiere ospite; sulla reazione del Miti Cocchetto è leggermente in ritardo per l'assist di Imamovic. Segue una nuova occasione sprecata dal numero otto del Volpiano e , a cinque minuti e trentasette secondi di gioco, una punizione battuta da El Adlan raggiunge Cerbone e la palla da questi affidata a Rossano viene spedita malamente verso l'alto. L'avvio della gara è scoppiettante e i vazzolesi sembrano alquanto intimiditi dall'ardore dei locali ma dopo i primi cinque minuti si evidenzia il loro valore riprendendo le redini dell'incontro, producendo bel gioco e portando numerose insidie alla porta difesa da Zamburlin: Vidotto manca il goal su assist di Cocchetto al settimo e trenta secondi. Nel frattempo Montefalcone respinge su Cantone e Vidotto spreca una grande opportunità quando sono trascorsi otto minuti e cinquantotto secondi. Mister Peruzzetto sul “time out” indottrina i suoi atleti che non sembrano mettere a frutto i sui suggerimenti: Vidotto continua a non approfittare delle sue occasioni plurime; Imamovic riesce a liberarsi brillantemente sotto porta ma poi non riesce a centrarla. La fortuna sembra dare una mano alla squadra del presidente Loris Masini perché al decimo minuto e quindici secondi il portiere avversario compie un'ingenuità: tocca con le mani fuori dall'area di porta provocando la propria espulsione con ovvia punizione; la porta nero-verde è ora difesa da Di Giommo. Il giovane portiere sembra pallido ed emozionato ma ben presto dimostrerà di essere più valente del titolare: non si fa beffare da un pallonetto “softly” di Coccheto. Un lungo lancio di Montefalcone raggiunge Tela che colpisce molto bene di testa e Di Giomo si oppone brillantemente sul pallone che sta per scavalcarlo; risponde Montefalcone con un anticipo di testa fuori dall'area. I due minuti di superiorità numerica non danno frutto per lo stato estremamente ansioso degli uomini di mister Peruzzetto anzi un tiro estratto dalla linea di porta da Tela salva momentaneamente Montefalcone già battuto. Con tale preludio al sedicesimo e dieci secondi un tiro di Perino, che subisce una deviazione traditrice, assegna il goal del vantaggio alla formazione L84 C5. La difesa del Vicinalis vacilla al diciassettesimo rimediando in calcio d'angolo; Cerbone manca la segnatura al diciottesimo e quarantacinque secondi. Sul punteggio di uno a zero il suono della sirena mette fine alla prima parte della gara. Si riprende a giocare dopo il riposo con Di Giomo, Iovino, Marchiori, Perino e El Adlani avversati da Montefalcone, Toso, Laino, Imamovic e Vidotto. Uno scambio Toso-Laino si perde a lato porta; si fa vedere in una parata Montefalcone. Il secondo minuto è fatale ad Imamovic e al Vicinalis: il bosniaco perde palla da ultimo uomo nei pressi della sua porta e Perino ha gioco facile nel battere Montefalcone; dopo qualche secondo si fa ammonire Toso. La reazione del Vicinalis è affidata ad un violento tiro di Laino sul quale si esibisce il portiere del Volpiano che non dà assolutamente l'impressione di essere un sostituto ma una vera stella. Iovino, deluso per l'esito di una sua conclusione, allontana il pallone dal campo e viene ammonito. In veloce successione osserviamo due splendidi interventi del portiere locale al settimo minuto e trenta secondi di gioco. Veloce consulto nel nuovo “time out” di mister Peruzzetto alquanto deluso dal momento no dei suoi ragazzi. Le emozioni non mancano ma il risultato non muta: all'ottavo minuto e cinque secondi ad un violento tiro di Cocchetto risponde in maniera eccellente Di Giomo che rimane alla ribalta con altri due interventi strepitosi. Il Miti si espone al contropiede e De Lima colpisce un palo al nono minuto; nei trenta secondi successivi è ancora un palo a deviare la punizione calciata da Tela. Non ci si annoia perché la partita è interpretata valorosamente da tutte e due le squadre sul parquet: El Adlani si libera bene e poi destina a lato la conclusione; Montefalcone salva la propria porta con un grande intervento in uscita su un avversario lanciato a rete. Prima Laino e poi Cocchetto tentano di scardinare la porta del L 84 C5 ma le risposte del portiere locale sono strepitose. Al tredicesimo minuto e cinquantotto secondi Cocchetto si aggiudica il cartellino giallo. E' in agguato il tre a zero che arriva puntuale con il tris di Perino al quattordicesimo e nove secondi. Cocchetto riaccende le speranze ottenendo finalmente il goal al quattordicesimo minuto e cinquantacinque di gioco. Con il fine partita che avanza velocemente i vazzolesi fanno ricorso al gioco con il portiere in movimento esponendosi al quarto goal avversario che Di Giomo mette a segno a porta vuota con un rinvio di precisione. La porta del Vicinalis è ancora indifesa e disponibile per il quinto goal di Marchiori. Malgrado l'esito scontato del risultato il Miti Vicinalis non alza bandiera bianca e porta a due il suo quoziente sebbene con un'autorete De Lima. L'incontro ha fatto onore a chi a vinto e a chi ha perso perché lo spettacolo non ha deluso. La famiglia Vicinalis conclude qui la sua splendida stagione senza rammarico e con la certezza di possedere un valente gruppo di atleti dotati tecnicamente ma ancor più animato da affettuosa amicizia. Bravi ragazzi grazie a tutti: la storia non ha fretta e la gloria avrà la pazienza di aspettarvi nel campionato prossimo. Un abbraccio caloroso e tanti cari saluti a tutto l'organico del sodalizio Miti Vicinalis: comincio l'elenco dai pulcini e i loro genitori complici nell'entusiasmo; risalgendo la scala dei valori mi rivolgo agli "Juniores", agli "under 21", alla prima squadra e a tutti i responsabili tecnici. Un doveroso ringraziamento va agli sponsor Miti: Roberto Poloni e Mauro Farro; non posso trascurare il simpatico Leone Nicaretta anche egli dedido alla splendida realtà ASD Miti Vicinalis. Francesco Tomai Pitinca
... See MoreSee Less

View on Facebook